fbpx

Il potere dei testi online. Come funziona un post su Facebook

Nella comunicazione online non esistono testi brevi o testi lunghi. Esistono soltanto testi che funzionano e testi che non funzionano.

L’argomento meriterebbe un’accurata e piuttosto lunga dissertazione sulla natura della narrazione, della scrittura e di molte altre cose. Ma qui ed ora ci limiteremo a dare qualche ragionevole consiglio per i testi online, senza la pretesa di risultare esaustivi, in merito a quella che è una tipologia di testo parecchio utilizzata: il post di Facebook.

Tra i social delle nostre app, Facebook è sicuramente quello in cui il testo ha il ruolo più importante.
Su Facebook non c’è il limite dei caratteri di un tweet, e non è neanche un social prettamente visivo come Instagram.
Questo non significa di certo però che l’aspetto visuale di un testo su Facebook sia poco importante, tutt’altro.

Perché la fruzione continua ed istantanea dei testi online ha in qualche modo eroso la valenza puramente semantica della parola scritta. Questa è diventata meno parola e più segno. Ciò significa che sui social (e non solo) bisogna sempre tenere presente l’elemento visuale della parola, delle frasi e dei testi.

copywriter scrivere post facebook testi online Wide Open Coworking

Il post su Facebook

Il principale problema di cui soffre un testo all’interno delle fauci della creatura del buon Zuckerberg risiede nell’impossibilità di poter disporre di uno strumento fondamentale per facilitare la fruizione degli utenti: la formattazione. Dimensioni dei font, grassetti, corsivi e via discorrendo. Queste opzioni ci sono – fino ad ora – precluse. Come possiamo dunque ovviare al problema?

Una soluzione potrebbe essere quella di limitarsi a poche battute, ma, come già dichiarato all’inizio dell’articolo, non sempre può essere la scelta giusta. Certo è vero che liberarsi di orpelli inutili è sempre una buona regola per qualsiasi tipo di pubblicità, ma non sempre è possibile ridurne la quantità preservando la qualità del messaggio finale.
Less is more è insomma una buona filosofia di base, ma come tutte le regole che si striminziscono in tre parole, bisogna sapere quando farvi eccezione.

Ci viene così in aiuto uno strumento sottovalutato, da molti sono considerato come pura esibizione fanciullesca: le emoji.

Le emoji, utilizzate con cognizione di causa, aiutano e facilitano la lettura attraverso il colore e la forza retorica in esse contenuta. Un brevissimo esempio:

testi online emoji esempio Wide Open Coworking

 

È ovviamente buona creanza non abusare di questo mezzo: un uso oculato dell’emoji rende il vostro post effiace, un uso smodato lo rende ridicolo.

Un’altra risorsa utile da applicare nei testi piuttosto lunghi può essere quella di utilizzare gli a capo o i segni ortografici o tipografici quali le lineette o il trattino basso, per articolare il nostro post in piccolissimi “capitoli”. I paragrafi prendono così spazio, risultano più leggibili e, ammettiamolo, più attraenti all’occhio.

Questione di mestiere

Un problema da tenere in considerazione negli elaborati destinati alle sponsorizzazioni è quello relativo al posizionamento che questi andranno ad occupare; senza entrare troppo nello specifico, basti sapere che le inserzioni non “viaggiano” soltanto nel feed (spesso erroneamente chiamata “home”) di Facebook, ma su una miriade di altri “spazi” dedicati. La criticità si genera quando un testo cozza inevitabilmente con alcuni dei posizionamenti a nostra disposizione, rendendo il nostro scritto difficilmente fruibile o attrattivo. Questo aspetto può essere risolto soltanto da una specifica programmazione definita da professionisti del settore.

Diamo ovviamente per scontata la perfetta accuratezza in merito al corretto utilizzo delle regole grammaticali. Ricordate sempre: quando scrivete su una pagina, non siete voi a parlare, ma la vostra azienda.
Non vorrete mica perdere clienti per un banale errore di distrazione?

 

Qualche altro punto di vista:
Come scrivere testi efficaci da pubblicare su Internet – My Social Web
7 consigli per scrivere un post su Facebook come un vero copywriter – Socialmediamarketing.it
Come scrivere un post efficace su Facebook – Gabriele Rizzi
Come realizzare post efficaci su Facebook: una guida pratica in 9 mosse – Armando Giorgi

Ti è piaciuto l’articolo? Potrebbero interessarti anche questi:

Reportage fotografico: Raccontare il viaggio

Marocco Abruzzo Marco Di Marcantonio Fotografo Wide Open Coworking

Podcast: cos’è? Ma soprattutto, cosa sta diventando?

Postazione lavoro podcast Wide Open Coworking

La scrittura è il lavoro di perfezionamento sulle sfumature

penna parker scrittura illustrazione wide open coworking

Post Your Thoughts